"Loading..."

Multistrato marino

Leggero, duttile, facilmente lavorabile, la sua resistenza all'azione dell'acqua e dell'umidità gli permette di trovare un'ideale applicazione in tutti gli ambienti che necessitano di particolare cura da questo punto di vista.

Utilizzato in edilizia, ideale per l'ambito nautico, con il vantaggio di equilibrare la trasmissione delle vibrazioni e del calore, il multistrato marino è un materiale molto versatile anche dal punto di vista della sua lavorazione estetica e raggiunge il più alto livello di qualità quando viene ricavato da un legno pregiato come l'Okumè.

Cos'è il multistrato marino?

Si ottiene tramite l'incollatura di vari strati di "tranciati" (o "piallacci"), ossia fogli sottili ricavati dalle assi del legno.

Questi fogli vengono tenuti insieme grazie all'azione di colle specifiche idrorepellenti (utilizzate rigorosamente secondo specifiche normative di controllo per evitarne l'effetto tossico) che possono essere di tipo fenolico, molto resistenti, adatte in modo particolare agli esterni e dalla caratteristica colorazione scura, oppure di tipo melaminico, che offrono il vantaggio della trasparenza, più adatte per pannelli da utilizzare negli interni. Entrambe sono, però, in grado di garantire la massima resistenza, compresa quella all'azione dell'ebollizione, rendendo, quindi, il multistrato marino assolutamente adeguato per un'applicazione esterna.

Gli strati sono incollati secondo una modalità di sovrapposizione alternata dal punto di vista della posizione delle fibre. Questo consente di avere un risultato finale non solo curato, ma, soprattutto, molto stabile, evitando che si possano verificare delle incurvature sulla superficie e, quindi, assicurando la massima resistenza in funzione della sua utilizzazione.

Caratteristiche tecniche ed estetiche

E' disponibile con diversi spessori determinati dalla quantità di fogli utilizzati e che, di solito, sono in numero dispari, in modo tale da rispondere anche ad un'esigenza estetica: in questo modo, infatti, le venature, disposte in modo alternato, risultano uguali per il primo e per l'ultimo foglio del multistrato ottenuto.

A seconda dell'essenza da cui sono ricavati i fogli, dal punto di vista della qualità e del costo ci sono differenze notevoli quando si fa riferimento ad un multistrato marino in Okumè: in questo caso parliamo di un prodotto di vera eccellenza, di peculiare idrorepellenza, che offre tante variazioni creative dal punto di vista del design quando viene utilizzato, ad esempio, per pannelli pantografati di rivestimento per porte e portoncini che risulteranno arricchiti anche da suggestioni cromatiche, ad esempio, con effetti lucidi o laccati che questa tipologia di materiale permette di realizzare.

I fogli di legno di essenze meno pregiate – tra cui ricordiamo il pino, il pioppo o la betulla – realizzano un prodotto più competitivo e conveniente dedicato a molteplici utilizzazioni.

Applicazioni

E' indispensabile negli ambienti di tipo nautico per creare rivestimenti di vario genere, ma anche per completare e rifinire l'arredamento dei camper ed è ideale nella definizione funzionale ed estetica dei locali delle Spa e, in particolare, della zona dedicata alla sauna.

Nell'edilizia viene usato per realizzare coperture esterne, considerata anche la sua capacità di isolamento termico e acustico.

Utilizzato come rivestimento per porte e portoncini blindati, diventa la prima scelta quando si tratta di contrastare in modo efficace l'azione di un clima particolarmente umido.

Il multistrato marino è anche il tipo di materiale adeguato alla costruzione dei mobili da bagno e, restando in questo ambito, tra le sue tante applicazioni va sottolineata quella che lo vede come funzionalissimo e originale rivestimento per le vasche, oltre a trovare uno specifico spazio come materiale di elezione per la costruzione dei mobili delle cucine.

Iscriviti alla newsletter!